Orizzonti lontani e vicine oasi.

Non è più il multiverso in cui vivo io quello ove regna la paura di amare e di voler bene, o perfino la paura di aver paura, non è il mio mondo per fortuna.
Mi rifiuto, e questo da un lungo ticchettio di lancette, di non vivere una gioia certa -amare e voler bene lo sono sempre- per la paura di un probabile dolore.
Non sarò ricambiato, forse? Non importerà poi tanto, ne sopporterei l’eventuale dispiacere, se sono arrivato ad amarti allora lo saprò fare silentemente pur di averti come parte della mia esistenza.
Sarò ricambiato?! Allora sarà un gioioso convivio a due, e il pianeta tutto ci farà da caldo rifugio e da gaio spettatore, e non occorreranno molte altre parole.
Non sono mai stato capace di lunghi periodi d’impegno? Non si cambia mai veramente? Può darsi, quando ragioniam da soli, ma due che si fanno uno divengono un eterno mutare.
Incoscienza infantile o coraggio virile, cuore grande o poco raziocinio? Non saprei, ma così tira forte il vento da queste parti, e non scorgo ragioni per ancorarmi a terra mentre non riesco a perder il vizio di sbirciare verso orizzonti lontani e vicine oasi interiori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...