Diario veneziano.

Pochissimi istanti impiegherei a rinunciare alle mie goderecce e creative peculiarità esistenziali se l’amore vero apparisse nuovamente in forma di donna che ne valesse la pena, allora tutte le mie notevoli ed energetiche doti di conoscenze e sentimenti per un vivere gaio a servizio di ciò e di essa andrebbero, ma essendomi l’attesa passiva -unico approccio filosofico possibile a tale sentimento- concetto alieno e impraticabile persevero nel godere della vita e delle sue tante forme piacevoli; mai rinuncerei a me stesso e al mio alto e giusto esigere – ma neanche a quel genere di amore e di donna…qualora mi accorgessi della sua reale esistenza



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...